Brazadela

descrizione breve
680 gr.

1 Categorie

LA BRAZADELA FRARESA
In passato, la ciambella era il dolce della festa e delle occasioni speciali di poveri e contadini. Il nome BRAZADELA, deriva dal fatto che questo dolce veniva servito infilato al braccio destro, mentre con il sinistro si versava il vino. E’ una ricetta molto antica che risale al 1250. L’impasto era quasi uguale a quello di oggi solo un pò più sodo (con meno latte) e al posto del burro si usava lo strutto (grasso di maiale). Una volta impastate, le ciambelle venivano appoggiate sui coperchi delle pentole, in modo che venissero col buco e si cuocevano nel grande forno a legna dove ogni famiglia cuoceva il pane. Si usava fare pile di ciambelle di dimensioni diverse, una volta cotte, venivano appoggiate una sull’altra (dalla più grande alla più piccola) e venivano quindi legate con un nastro.

La BRAZADELA va servita a fettina, con un buon vino rosso da dessert affinchè i commensali la intingano nel bicchiere, come facevano i nostri nonni oppure a colazione, nel latte, con grande gioia per i più piccoli.

Peso

680 gr.